Noticine. Eccezziunale veramente


di Maria R. Calderoni –

Scusate, ma devo aggiornare il mio taccuino sul quale sino ad oggi ho diligentemente annotato tutti i tratti salienti – modus vivendi, qualità o meglio ancora virtù che, almeno stando alla “impressionante” mole di notizie profuse sul tema dai giornali tutti -contraddistinguono la personalità del Terzo Uomo della Dinastia: il nostro dodicesimo Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella (o Mattarella Sergio, o S. Mattarella, o anche Mattarella S., si vedano le schede vergate dai Grandi Elettori).

Sino a qui trovo annotato. Che Sergio Mattarella è un siciliano (mica lombardo o veneto o putacaso marsicano, ci corre…). Che, oltre  ad essere siciliano, è una persona perbene (non per male, grazieadio). Che è un gentiluomo (addirittura?). Che a Roma, prima di salire al Colle, abitava in un semplice trillocale (tale e quale milioni di italiani!). Che la mattina va a messa. Che le suorine del quartiere gli hanno chiesto (e ottenuto) un selfie. Che padre Enzo Fortunato, portavoce dei fraticelli francescani, gli ha consegnato lettera di auguri unitamente a rivista “San Francesco”. Che gli piacciono gli arancini (siciliani). Che é sobrio (sempre negativo al “palloncino”, pensate). Che non rilascia interviste e non parla mai coi giornalisti (ottimo). Che al suo ultimo pranzo alla buvette della Consulta ha potuto scegliere tra <zuppe, tre varietà di paste, straccetti di vitella o frittatina di spinaci, tre tipi di contorni, macedonia, tre tipi di dolci e caffè> (normale, Watson). Che ha fatto piangere (di gioia!) Rosy Bindi (mai nessuno prima di lui).

Questo sino a ieri l’altro. Adesso però devo aggiornare il taccuino. Infatti leggo.

Che in occasione della sua prima uscita pubblica, a Palazzo Spada, sede del Consiglio di Stato, <Mattarella mantiene il profilo di concentrazione distaccata dei giorni scorsi>. Che <si limita a sorrisi di cortesia senza pronunciare una parola>. Che Pannella gli ha detto <Ciao>. Che <annuisce con condivisione>. Che  <è concentrato a “prendere le misure” del suo nuovo incarico>.

Eccezziunale veramente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *