Dichiarazione di voto Bilancio consuntivo 2014


PARTITO DELLA RIFONDAZIONE COMUNISTA

Circolo “Nicola Fontanini” di Reggiolo

O.d.g n° 3 “Bilancio Consuntivo 2014” Consiglio Comunale del 30/04/15

Dichiarazione di voto

Il nostro voto a questo o.d.g sarà CONTRARIO per i seguenti motivi:

1) Dato che il rendiconto all’odg prevede un avanzo d’amministrazione di circa € 850.000,

riteniamo che si potevano effettuare manovre economiche direttamente a favore dei cittadini,

considerato inoltre che anche il Bilancio dell’esercizio finanziario 2015 prevede un avanzo

d’amministrazione dello stesso importo, e nonostante questo importante avanzo sono state

aumentate le imposte IMU e TASI

2) Il secondo NO è dovuto alla scelta politica dell’amministrazione comunale di non gestire

direttamente i servizi alla persona (NIDO D’INFANZIA e MENSA SCOLASTICA) ma cedere la

completa gestione all’ AZIENDA SPECIALE, il cui bilancio d’esercizio 2014 prevede un utile (non

si parla di avanzo perché l’’AZIENDA SPECIALE redige un bilancio come azienda privata e non pubblica)

pari a circa € 147.000 (raddoppiato rispetto all’anno 2013) riteniamo assolutamente inaccettabile

questo risultato di chiusura poiché accade sovente che i genitori debbono farsi carico del

materiale scolastico/didattico ecc.

A questo punto sorgono domande importati: “Quali costi l’azienda speciale ha tagliato?” e “Di

quanto le tariffe sono aumentate?”

Riteniamo a questo punto che il comune di Reggiolo abbia il dovere di effettuare maggiori

controlli in merito all’operato dell’AZIENDA SPECIALE, dato che di fatto è un’ AZIENDA PRIVATA

che gestisce un SERVIZIO PUBBLICO.

3) Il terzo motivo per cui votiamo contrario è dato dal progetto del nuovo CENTRO 32; in

particolare il progetto che prevede la costruzione ex novo dell’edificio il cui costo è stimato a €

1.500.000 circa.

Riteniamo che, invece di costruire un nuovo edificio, l’intera aera poteva essere destinata a

verde pubblico e il finanziamento pari a € 1.500.000 poteva essere utilizzato per la

sistemazione e la messa in funzione del TEATRO (oltretutto per questo è già previsto e

finanziato il primo stralcio per 531 mila euro); il nostro teatro ha un valore storico-culturale

importantissimo oltre che a un valore strategico per la comunità; e non meno importante è uno

dei pochi teatri in Italia che possiede ancora i palchetti in legno, mantenendo una bellezza

estetica non paragonabile al progetto del nuovo auditorium.

In merito alla scuola di musica che giustamente necessita di una collocazione si potrebbero

utilizzare le sale del Reggiolo Pool che non è ancora utilizzato al massimo delle sue potenzialità,

e che oltretutto ha un mutuo da saldare, fatto che l’amministrazione lo nasconde dietro a

grandi progetti futuristici; a detta del sindaco il mutuo appena citato non è di competenza del

comune, affermazione da verificare la veridicità.

Consideriamo che tra un paio d’ anni Reggiolo si troverà a mantenere importanti costi di

gestione (e il problema non si risolve solamente con l’impianto solare per l’elettricità) di 5 o 6 palestre,

un auditorium, un teatro, il Palazzo Sartoretti futura sede ufficiale del comune, l’edificio dell’ ex

sede del comune pre-terremoto che non viene mai menzionata nei finanziamenti.

Siamo favorevoli ad accedere ai finanziamenti per la ricostruzione del nostro paese, il problema

che sono sbagliati i progetti presentati che sottovalutano il problema del mantenimento; quindi

crediamo più responsabile e consapevole presentare progetti di riqualifica e riutilizzo degli

edifici già presenti e non costruzioni di nuovi edifici futuristici.

Partito della Rifondazione Comunista

Il consigliere

Micol Bernardelli

 

SCARICA VERSIONE PDF

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *