Crisi, Ferrero: «Disastrosa deindustrializzazione provocata dai governi che hanno salassato gli italiani riducendo i consumi e dallo sciopero degli investimenti dei padroni»


COMUNICATO STAMPA

CRISI – FERRERO (PRC – SINISTRA EUROPEA): «DISASTROSA DEINDUSTRIALIZZAZIONE PROVOCATA DAI GOVERNI CHE HANNO SALASSATO GLI ITALIANI RIDUCENDO I CONSUMI E DALLO SCIOPERO DEGLI INVESTIMENTI DEI PADRONI. LA SOLUZIONE: TASSA SULLE GRANDI RICCHEZZE E PIANO PER IL PUBBLICO PER IL LAVORO».

Paolo Ferrero, segretario nazionale di Rifondazione Comunista – Sinistra Europea, dichiara:

«I dati della Conferenza ONU su commercio e sviluppo ci dicono che la produzione industriale italiana dal 2007 è calata del 22%. Un disastro, una deindustrializzazione del paese voluta da governi e padroni. I governi che si sono succeduti in questi anni hanno salassato gli italiani e ridotto drasticamente la “domanda solvibile” cioè i consumi delle famiglie, che faticano ad arrivare a fine mese. Dall’altra i padroni hanno fatto un vero e proprio sciopero degli investimenti, usando i profitti per farsi la bella vita. Le politiche di austerity e l’uso dei profitti per i propri sollazzi ha quindi prodotto un disastro per il paese. La soluzione: una bella tassa sulle grandi ricchezze per prendere i soldi a chi ne ha troppi per finanziare un piano pubblico per il lavoro, cominciando a mettere in sicurezza i milioni di case a rischio sismico e creando così centinaia di migliaia di posti di lavoro».

23 settembre 2016

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *