Chi siamo


LOGO PCUn po’ di storia…

Alla Bolognina Occhetto, allora Segretario del P.C.I. propone una svolta: lo scioglimento del Partito in seguito alla caduta del muro di Berlino e alla conseguente fine del comunismo a favore di una nuova identità politica. A sancire la svolta viene convocato un Congresso straordinario che si tiene a Rimini. Vengono presentate 3 mozioni congressuali di cui 2 contrarie alla svolta:

Mozione 1 – Occhetto favorevole allo scioglimento del P.C.I.;
Mozione 2 – Ingrao-Tortorella contrari alla svolta;
Mozione 3 – Cossutta contrario alla svolta e incline a fondare un partito legato all’ex U.R.S.S.

A Rimini la mozione 1 vince e si da proseguo allo scioglimento del P.C.I. Nella Mozione 2 e 3 vi sono compagni che seppur contrari alla svolta si sono adeguati, altri si allontanano dalla scena politica, altri ancora invece non si rassegnano e contribuiscono alla nascita di una nuova formazione politica.

Nascita del PRC a Reggiolo…

A Reggiolo, Tazio Grandi (ex Sindaco), Fabio Freddi e Adone Freddi si recano a Reggio Emilia all’Hotel Astoria (Dicembre 1991) per sentire Sergio Garavini che diventerà in seguito il primo Segretario della nuova formazione politica: RIFONDAZIONE COMUNISTA. A conclusione della serata, il discorso di Garavini li convince ad impegnarsi sul territorio comunale per la nascita del nuovo partito (Gennaio 1992).

A Tazio, Fabio ed Adone si affiancano da subito alcuni compagni dell’ex P.C.I. come Luigi Cavazzoni e Giorgio Canova che inizialmente si riuniscono a casa di Grandi.
Nel 1992, in seguito alle elezioni politiche, si affitta per due mesi un locale in Via Malagoli adibito a sezione per offrire un punto di riferimento agli elettori. Dal 1° Luglio dello stesso anno si riesce ad ottenere un locale in affitto che tutt’oggi è l’attuale sede del partito.
Si cominciano a raccogliere adesioni e si lavora per fare, insieme ai compagni di Gonzaga, la 1° “Festa Rossa” che si svolge nell’area della Fiera Millenaria a Gonzaga nella struttura data in concessione dai compagni del P.S.I. La festa viene svolta per 3 anni poi si passa a gestire, durante il periodo della Fiera, la Pizzeria “Millenaria” che prosegue tutt’oggi.

Nel 1995 esce il primo numero del nostro giornalino “L’ortica” con il compito di informare la cittadinanza ma soprattutto di “pungere” l’Amministrazione Comunale che in seguito alle Elezioni Amministrative vede il nostro partito all’opposizione per la prima volta.
Nel 2005, in occasione dei lavori di ampliamento e ristrutturazione della sezione, il circolo viene intitolato al compagno “Nicola Fontanini”, il venticinquenne reggiolese deceduto nel Gennaio 2004 in seguito ad un incidente stradale mentre rientrava a casa dal mantovano.
Oggi il circolo si è trasferito nella nuova sede a causa del terremoto e continua tutt’ora la propria attività, con più di 40 tesserati al proprio attivo.

 

ORGANIGRAMMA DEL PARTITO:

Presidente a Honorem:

Canova Giorgio “Degol”

 

Segretario di circolo:

 Nicolas Zanoni

 

Comitato Direttivo:

Andrea Grandi

Roberto Sironi

Luigi Cavazzoni

Giuseppe Zanichelli

Erika Galli

Saverio De Santis

 

Tesoriere:

Micol Bernardelli

 

Consigliere comunale:

Nicolas Zanoni

 

Presidente collegio di garanzia:

Vincenzo Scardova